HOSTAL CONVENTO DI SANTA BRIGIDA

HOSTAL CONVENTO DI SANTA BRIGIDA

Nel cuore del meraviglioso Centro Storico dell’Avana. A 20 passi dalla Plaza Vieja, sarete i benvenuti nell’Hostal Convento di Santa Brigida dell’Ordine del Santissimo Salvatore di Santa Brigida.

L’edificio, appartenuto al Conte Don Lorenzo Montalvo Ruiz de Alarcon y Montalvo nel XVII Secolo, è stato oggetto di un eccellente restauro terminato con l’inaugurazione presenziata dal Presidente Fidel Castro.

Il complesso architettonico del Convento offre la doppia funzione di Convento e di Hostal,
da un lato i dormitori e le aree delle brigidine e dall’altro le aree destinate agli ospiti: le camere, il ristorante, la biblioteca, i saloni ed i patios.

Difficilmente si trova un soggiorno superiore in quanto a semplicità, pulizia, pace e bellezza.

La cucina è preparata dalle brigidine, ricca dei piatti tipici dei Paesi dai quali provengono le Suore. Tutti i servizi offerti agli ospiti sono garantiti solo dalle attente e affettuose suore brigidine che parlano perfettamente l’italiano e che non mancano mai di servire con un sorriso.

 …

Il Carnevale dell’Habana, un balletto ambulante

Il Carnevale dell’Habana, un balletto ambulante

Di Mirta Núñez Pampín – Especial para Lovelycuba.com…Al Carnaval de Cuba me voy,donde mejor se puede gozar…”

Luci, fuochi d’artificio, musica e gioia, ed molto di più troverai nel Carnevale dell’Habana. Il malecón avanero, posto ideale per la celebrazione, diventa festa e allegria. I palchi si affollano di gente pronta a divertirsi, altri girano ballando qua, bevendo una birra là o semplicemente chiacchierando un po’.

Però all’Habana queste feste non sono nuove, risalgono a due secoli fa. I primi partecipanti furono gli schiavi, che ricevevano autorizzazione il Giorno dei Re per girare le strade slegando i loro corpi e le loro lingue e dimenticando, almeno una volta, l’umiliante controllo del padrone. I loro balli ed i loro canti mistici facevano tremare la città che arrivava al XIX secolo.

All’inizio, i neri indossavano vestiti, accessori e travestimenti della loro rimpianta terra africana. Successivamente comparirono vestiti e oggetti regalati dai ‘buoni’ padroni.

La musica, essenzialmente africana, fu mano a mano acuisendo una propria personalità, fino a diventare La Conga genere musicale che oggigiorno tutti i cubani adorano. Naturalmente, non mancarono le influenze degli antenati europei – suvvia! ..che di puro puro non c’è quasi più niente..

Le classi dominanti crearono le loro feste e così nacquero due carnevali: il nero ed il bianco. “Il Carnevale Bianco” veniva celebrato in primavera con una moltitudine di carrozze sfilanti, di “volantas” e “quitrines” (altri tipi di carrozze). Al passaggio delle signore, lussuosamente vestite, venivano lanciati dei fiori, come gesto d’eleganza.

Ma alla fine del XIX secolo le autorità dell’Isola vietarono la partecipazione dei neri nei festeggiamenti per il Giorno dei Re. Per fortuna trovarono una saggia soluzione: si sarebbero festeggiati insieme i due carnevali a marzo. Nacque così il buon ‘ajiaco cubano’.

I “quitrines” e le “volantas” si trasformarono in Carrozze: grandi piattaforme rotanti perlopiù su vari piani, con bellissime scenografie ed un “carico” di belle ballerine. I fiori furono sostituiti dalle stelle filante e dai confetti. E l’antico transitare dei neri si trasformò in “comparsa” cioè un blocco umano disciplinato che danza ed esegue coreografie artistiche.

L’Alacrán, La Jardinera e Los Marqueses de Atarés sono tre “comparsas” che partecipano al carnevale avanero da più di cento anni.

L’Alacrán ricrea le attività dei zuccherifici di epoche passate. Si possomo vedere tagliatori di canna (cortadores de cañas), i capisquadra (mayorales), gli schiavi, la frusta, la canna ed i torchi (trapiche).

La Jardinera è, tra le tre comparsas, quello più colorato. Indossaso gonne, bluse e fazzoletti coloratissimi e portano cesti con fiori, perché sono giardiniere (Jardinera) “giardiniere che vanno regalando fiori”, come dice il loro canto.

I Marqueses indossano i costumi che usavano i membri dell’aristocrazia coloniale avanera. Vestivano abiti molto eleganti come il frac nero, bombetta e bastone e le donne vestiti lussuosi, imitando, scherzosamente, le antiche Dame di società.

La conga si fece sempre più presente fino ad arrivare ai nostri giorni, ormai riconosciuta come il ritmo cubano che meglio esprime l’identità nazionale.

Questa musica è la più elegante, più allegra e allo stesso tempo più morale di tutti i balli cubani. È l’unico che non rappresenta, sensualmente, la conquista della femmina. E la “sfilata” con la Conga come musica di passi appiccicosi e facili da imparare, è una danza interminabile di corpi che non si affaticano, di bocche che non si stancano di cantare e di gambe che non smettono di ballare.

Però il Carnevale avanero è molto di più, sono decine di orchestre che suonano in “speciali” locali all’uopo attrezzati per i danzatori, è assaporare un buon “tamal” di mais cubano, assaggiare un freddo e cubanissimo “mojito” e scoprire i colori della notte.

Ci sono inviti che non si possono rifiutare, ti invito ad essere anche tu un “carnevalero” del Carnevale Havanero. Partecipare sarà così entusiasmante che la racconterai a tutti i tuoi amici, ed allora saranno loro quelli che verranno il prossimo anno.

E conosci già lo slogan, devi solo intonare…“…al Carnaval de Cuba me voy donde mejor se puede gozar…”

viaggio a Cuba

Bagaglio per il viaggio a Cuba

Passaporto in corso di validità alla data del rientro in Italia

Visto d’ingresso a CUBA (necessario) vi sarà consegnato insieme al biglietto. Secondo le norme cubane è sufficiente indicare sul modulo del Visto l’indicazione dell’Hotel, qualche volta viene richiesto di mostrare il Voucher di prenotazione. Il Visto è’ valido 1 mese prorogabile di mese in mese fino ad un massimo di due mesi. Conservatelo bene, va riconsegnato all’uscita dal paese, in dogana. Nel caso non vi venisse consegnato da chi vi vende il Volo potrete richiedere il Visto al Consolato di Cuba a Milano o a Roma o agli Uffici Lovelycuba.

Guida & Mappa Stradale: Utilissima per percorrere le strade cubane, sapere ove sono locati gli Hotels, conoscere il panorama di offerta turistica cubana. ORDINA LA TUA COPIA

Vaccinazioni: non c’è bisogno d’alcuna vaccinazione, non ci sono animali pericolosi nè serpenti velenosi.

Assicurazione di viaggio: insieme al volo acquistate quasi sempre una assicurazione. Leggete per bene le Condizioni Generali della Polizza, molto probabilmente ciò che viene assicurato è solo l’Annullamento Viaggio. Noi di Lovelycuba associamo ad ogni nostro cliente un’assicurazione specifica per Cuba. Nell’Isola l’assistenza sanitaria agli stranieri viene erogata solo a pagamento, ecco perchè della nostra scelta di associare ai soggiorni Lovelycuba una Polizza Assicurativa Europ Assistance con rimborso per Spese Mediche fino a 5.000 Euro e furto, smarrimento, avaria del Bagaglio fino a 750 Euro. Con noi avete la possibilità di aumentare i massimali o di integrare alla polizza altre voci quali l’annullamento viaggio, la Responsabilità Civile e Infortuni di Volo.

Medicinali: si possono portare senza alcun problema sempre avendo l’accortezza di trasportarli nella loro confezione originale. Consigliamo: Tachipirina, Cerotti, antibiotici e qualcosa contro la diarrea

La Valigia: meglio se trattasi di una valigia rigida e BEN PROTETTA, a volte l’apertura del bagaglio avviene negli aeroporti più insospettabili, (ricordate Venezia aprile 2000?) NON ECCEDETE i Chili assegnati dal biglietto (in genere 20 Kg in Classe Economica), potreste trovarvi a pagare l’eccedenza sia nell’aeroporto di partenza che in quello d’arrivo a Cuba. Non inserite nel bagaglio ALIMENTI freschi (formaggi, salumi, verdure o frutta se non ERMETICAMENTE sigillati) al limite portatevi pasta, olio e quant’altro fa parte della vostra dieta, (ma a Cuba trovate tutto o quasi)

Non dimenticatevi i costumi da bagno, la crema solare, gli occhiali da sole e dei comodi sandali, oltre al vostro guardaroba estivo. Se optate per occidente (La Habana) nei mesi invernali, la sera può far fresco ed un golfettino o un giubetto primaverile vi sarà molto utile. Ad oriente (Santiago de Cuba) non avrete questa necessità, è molto più caldo.

Fumate? a Cuba le pagate qualcosa in meno, oltre alle varie Marlboro (2,00 CUC), troverete delle ottime “bionde”, le Hollywood, a 1,20 CUC.…