I balconi della mia città

 

Di Mirta Núñez Pampín

 

 

Sai che La Habana è la capitale dell’amore, la dimora delle passioni e la città della tenerezza? Allora non lasciare che altri te la raccontino…

 

Quando girerai La Habana, sotto un cielo blu di fantasia, abbondante vegetazione e circondato da persone disposte a offrirti ospitalità, sarai già preparato per l’amoroso  corteggiamento. Perché per conquistare il podio nelle gare del cuore, devi aver trovato prima uno scenario ideale per la disputa.

 

Ed è qui, sullo scenario, dove voglio arrivare, perché come diceva mia nonna: “un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto”.

Ed il posto ideale a Cuba è un balcone. Ma si deve scegliere adeguatamente.

 

Se la tua Lei è semplice, amica dei dettagli e nemica degli sfoggi vanitosi, starebbe bene un balcone piccolo, quadrato, di legno e arredato con molto verde.

Ma, se alla tua metà piace ostentare, allora è meglio un balcone con fini e artisctiche ringhiere e tante piante esotiche.

Ma se il tuo amore è po’ stressato, portalo su di un balcone con vetrate colorite, attraverso le quali il sole fa magie, con vista mare e che sia molto alto, così i problemi diventeranno più piccoli.

 

All’Habana ci sono dei balconi così singolari che non è difficile associarli alla storia di Romeo e Giulietta, i famosi amanti di Verona. Solo che qui quei poveri ragazzi avrebbero avuto un epilogo ben più felice.

 

Allora scegli il miglior balcone. Lo troverai subito, perché a Cuba ce ne sono tanti. Se abitiamo in un’isola dei Caraibi e ci godiamo sempre la brezza marina, dove godere appieno di una così buona arietta? Certo, in un balcone! Anche la vita diventa differente quando la guardi dall’alto, da dove la guardano sempre i campioni.

 

I nostri Articoli – I balconi della mia città – di Mirta Núñez Pampín per www.lovelycuba.com