Patios coloniali del Centro Storico della Città dell’Habana

Per Lovelycuba.

Di Mirta Núñez Pampín

 

Come due linee parallele vanno inarrestabili lo spazio ed il tempo. È una legge fisica che l’uomo non può ancora trasgredire, però a volte…

In alcune occasioni uno si trova il tempo e lo spazio confusi, sovrapposti, come un treno rapido monorotaia. Se accade a Cuba diremo che è a causa del Tropico o che è l’influenza del vicinodel Triangolo delle Bermude. Sono solo giustificazioni.

Ancor più cambia se la nostra ubicazione esatta è nel Nucleo Storico dell’Habana. Trattandosi di un posto magico, ovvio che ogni cosa può accadere. Per questo, se vuoi sperimentare nuove emozioni, ti faccio un invito. Visita i patios interni degli antichi edifici coloniali, oggi trasformate in musei, gallerie d’arte, Hotels, sede di mostre, ristoranti, fiorai … questo ambiente, pieno di ancestrale incanto, rimarrà per molto tempo nella tua mente.

Sarà come un piccolo pezzo teatrale dove il protagonismo avvolgerà te ed il Patio. Nascondi le tue emozioni e lascialo pensare che recita un monologo. La sua prima azione per impressionarti sarà un divino effetto di luci. È la luce solare diventata arcobaleno grazie alla confabulazione di artistiche vetrate.

Successivamente salirà sul palco la vegetazione: abbondante. Così variata che soddisfa il gusto di coloro più esigenti. E come squisito dettaglio, tra un verde intenso, irrompono i colori trasformati in fiori. Respira a fondo per varie volte, i tuoi polmoni ringrazieranno per l’aria pura.

Non mancheranno le statue, i grandi murali e ottime combinazioni di piastrelle e mosaici policromati adornando muri e panchine. Opere artistiche che antichi uomini conservarono, forse senza mai pensare che dopo centinaia d’anni, altri esseri umani si sarebbero emozionati nel godere di tanta bellezza.

Meritano una menzione speciale le fontane ed i pozzi. Quante donne innamorate non avranno confuso i loro singhiozzi col canterino germogliare dell’acqua? E quanti passanti assetati non avranno trovato la loro oasi in un piccolo pozzo?

Molti calendari sono stati consultati dall’epoca coloniale fino ad oggi, e siccome il tempo non si può fermare né trascorrere legato a uno spazio, entrambi le dimensioni si separano, conservando ognuna il loro valore. Ma dopo aver scoperto questi patios, vorrai rimanere in quello spazio per molto tempo.

Mille grazie a quelli architetti e costruttori che eressero queste ville coloniali con i loro patios interni come scudo protettore contro la canicola. Non c’è migliore ringraziamento che un bel sorriso e la promessa di tornare presto. Ciao.

 

I Nostri Articoli – Patios Coloniali di Mirta Núñez Pampín per www.lovelycuba.com