LA REGINA DI CUBA

                                Por Carlos Castro Sánchez

 

È difficile, per non dire quasi impossibile, percorrere l’arcipelago cubano senza vedere una. Mi riferisco alla palma real o Roystonea regia, abbondante in tutte le province e che, senza dubbi, è la più vistosa delle palme reali esistenti nelle Antille Maggiori.

 

Ci sono anche altre tre specie interamente cubane, che crescono solo in Baracoa, nell’orientale provincia di Guantánamo. Sono: la palma criolla azul (R. violacea); la palma blanca (R. stellata) e la palma de seda (R. lenis). Quest’ultima è identificata per i lunghi filamenti che escono dall’asse centrale delle foglie.

 

Si conosce circa un centinaio di specie di palma, tutte eliofite, cioè, che crescono meglio in pieno sole e preferiscono gli spazi aperti.

 

Per il suo portamento maestoso e l’elegante bellezza, le palme reali sono piantate frequentemente in entrambi i lati dei passeggiate, strade e autostrade, così come nelle vie d’acceso alle case di campagna. È la pianta ideale per essere piantata in file, perché è molto uniforme nella taglia e nell’aspetto, rispetto ad altri alberi ornamentali.

 

Ognuna delle isole delle Antille Maggiori contano sulla sua propria specie. In Haití e nella Repubblica Dominicana, abbonda la palma reale della Spagna (R. hispaniola), anche la palma reale di Portorico (R. Borinquena). In Giamaica, invece, predomina la R. Giamaicana, la quale cresce in terreni alti, colline e montagne.

 

D’altra parte, a sud della penisola della Florida ha una forte presenza la R. elata, che cresce in terreni bassi e fangosi. Sono riconosciute dodici specie circa.

 

www.lovelycuba.com - I nostri articoli – di Carlos Castro Sanchez – http://www.lovelycuba.com